A sample text widget

Etiam pulvinar consectetur dolor sed malesuada. Ut convallis euismod dolor nec pretium. Nunc ut tristique massa.

Nam sodales mi vitae dolor ullamcorper et vulputate enim accumsan. Morbi orci magna, tincidunt vitae molestie nec, molestie at mi. Nulla nulla lorem, suscipit in posuere in, interdum non magna.

Fondazione TerraMia

La Fondazione Terra Mia nasce nel 1997 con l’intento di promuovere i valori della famiglia, dell’amicizia, della solidarietà, della reciprocità e del mutuo soccorso; formare, selezionare e organizzare corsi ed eventi; studiare, ricercare, valorizzare e promuovere il patrimonio storico-artistico-culturale-archeologico-paesaggistico della Daunia; difendere l’ambiente; valorizzare e promuovere lo sport amatoriale; accogliere, assistere e curare anziani, ragazze madri, infanzia abbandonata e non, diversamente abili e persone svantaggiate.

Gli obiettivi e gli scopi sono tanti, così la Fondazione si avvale di associazioni ad hoc a lei affiliate, che gestiscono i vari settori promossi dalla Fondazione: il Club Avventura, l’Associazione G.A.S. La Famiglia, l’Associazione Scacciapensieri e l’Accademia del Lampascione – Ritrovo delle Antiche Mura.

Partono così le attività: escursioni a Castel Pagano, Fiorentino, Stignano; giro del Gargano e del lago di Varano con le canoe. Attività a cui partecipano ragazzi e adulti, gruppi familiari interi, perché uno degli scopi della Fondazione è quello di creare aggregazione e non divisione!

Un altro obiettivo è di ricercare e valorizzare non solo il territorio, ma la storia e le tradizioni e le ricchezze eno-gastronomiche della nostra terra con il fine  di riportare in auge un modo di vivere e nutrirsi legato alla natura e al ciclo naturale delle stagioni.

In questo modo si inizia a pensare anche all’istituzione di una casa accoglienza – fattoria sociale, Il Villaggio della Speranza, da far  nascere in campagna.

E’ con questo progetto che si porta a compimento il desiderio iniziale che ha portato alla nascita della Fondazione Terra Mia e che segnerà  l’ inizio di un cammino sociale-economico-culturale e di promozione e valorizzazione del territorio difficile  ma che sarà intrapreso con i tanti sostenitori che condividono ed apprezzano  la gioia  del” donarsi al prossimo”.