A sample text widget

Etiam pulvinar consectetur dolor sed malesuada. Ut convallis euismod dolor nec pretium. Nunc ut tristique massa.

Nam sodales mi vitae dolor ullamcorper et vulputate enim accumsan. Morbi orci magna, tincidunt vitae molestie nec, molestie at mi. Nulla nulla lorem, suscipit in posuere in, interdum non magna.

Ottava Edizione PREMIO TIBERIO SOLIS (2016) | Apertura segnalazioni

APERTE LE SEGNALAZIONI
PER L’OTTAVA EDIZIONE DEL “PREMIO TIBERIO SOLIS” 2016

La macchina organizzativa del Premio “Tiberio Solis” entra nella fase pubblica: si aprono i termini per le segnalazioni. La Fondazione TerraMia chiede a tutti di contribuire alle segnalazioni dei candidati per l’edizione 2016.
Durante la prima fase chiunque può fare la segnalazione di persone sanseveresi (di nascita o di adozione) ritenute meritevoli del Premio.
Ogni segnalatore può indicare sia una personalità ancora vivente sia una personalità scomparsa (non è obbligatorio fare per forza le due segnalazioni, ma può indicare anche solo una personalità) e la motivazione della segnalazione.
La Segreteria del Premio, in questa fase, si limita a raccogliere le segnalazioni ed a verificare se le segnalazioni ricevute siano effettivamente meritevoli.
Per l’ottava edizione del Premio Tiberio Solis le segnalazioni potranno essere fatte dal giorno 8 febbraio (compreso) fino al giorno 29 aprile (compreso).
Le segnalazioni potranno essere fatte:
1) personalmente recandosi presso la sede della Fondazione TerraMia o delle Associazioni affiliate ad essa,
2) con sms al numero 342.1217775,
3) con email all’indirizzo fondazioneterramia@gmail.com,
4) su Facebook con messaggio privato inviato al Profilo della Fondazione TerraMia (https://www.facebook.com/fond.terramia).

Negli anni precedenti ci avete fatto conoscere persone stupende e siamo certi di poter contare anche quest’anno su di voi!

@@@@@@@@@@@@@
La Fondazione Terra Mia, realtà della Provincia di Foggia con sede a San Severo, opera dal 1997 per la promozione e la valorizzazione del territorio.
Suo principale obiettivo è la realizzazione del Villaggio della Speranza – villaggio ecosostenibile e sociale e casa d’accoglienza per il disagio diffuso.
Per farlo ha favorito la nascita di Associazioni ad esse affiliate, ognuna con obiettivi statutari ben precisi:
• il Gruppo di Acquisto Solidale – G.A.S. – “La Famiglia”, per la diffusione del consumo critico e di qualità;
• “Accademia del Lampascione” per la riscoperta e la valorizzazione dei prodotti tipici (tra i fondatori del GAL “Daunia Rurale”);
• “Club Avventura” per le attività sportive e le escursioni a piedi e in bicicletta sul territorio;
• “Scacciapensieri” per le attività ricreative e ludiche.

Ha comprato tre ettari di terra siti in Contrada Radicosa nell’agro di San Severo, al km 6,00 della Strada Statale 272 per San Marco in Lamis/San Giovanni Rotondo, luogo dove sarà realizzato il Villaggio della Speranza.

Ha favorito la nascita, sui suoi terreni, della Fattoria Sociale del Villaggio, aggiudicatrice del Programma di Sviluppo Rurale attraverso il Gruppo di Azione Locale “Daunia Rurale” Scarl.

È promotrice, tra le tante attività, del “PREMIO TIBERIO SOLIS” (Medaglia del Presidente della Repubblica 2011, 2012, 2013, 2014), in ricordo di una figura storica a cui tanto deve la Città di San Severo, Tiberio Solis appunto. Grazie a lui San Severo fu riscattata nel XVI sec.

da E. Azzeruoli, “Un po’ di folklorismo paesano” Napoli, 1934
“Nello stesso anno 1521 Carlo V, con pretesto di aver bisogno di danaro, vendette la nostra Città per 40.000 ducati (L. 170.000), a Ferrante De Capua, Duca di Termoli. Eccone la decisione tradotta: “Viste le lettere emanate da Cesare, e dalla Maestà Cattolica, e le vendite della città di Termoli e della Terra di San Severo, i privilegi e i procuratori uditi pienamente, decretiamo la pienezza del potere della quale serve a Sua Maestà dovere e potere valersi nel vendere la detta città e la Terra, non ostante i privilegi. Dato in Castelnuovo, Napoli, il giorno 26 Settembre 1521”.
Tale documento fu dichiarato dai contemporanei contro il diritto naturale delle genti. Ma c’era chi difendeva la nostra Città col cuore e con le opere e costui era il Sindaco di San Severo, Tiberio Solis.
Egli, prima che il Duca s’impossessasse della Città, andò a Worms, per presentare i certificati di Roberto e di Giovanna I d’Angiò, che l’avevano dichiarata Regia. L’imperatore rinviò l’istanza al Vicerè, ma benché le ragioni fossero valide, si sentenziò che la vendita era ben fatta!…
Allora Tiberio Solis, visto inutile ogni tentativo, si offrì di comprare lui la Città per 42.000 ducati (L. 177,500) per cui San Severo il 9 maggio 1522 fu dichiarata perpetuamente Regia ed inalterabile per il sacrificio e l’amore del Sindaco Tiberio Solis”.

Il premio vuole essere un atto di riconoscenza per chi, oggi, ancora tanto si adopera per il bene comune, per chi si prodiga, tra le più alte sfere dei saperi, per chi risulta “essere utile al proprio Paese senza guardare ai propri interessi” (J. Kennedy).
I vincitori delle precedenti edizioni:
Nel 2015 sono stati premiati:
Enrico FRACCACRETA, poeta e scrittore. Nel 1995 ha vinto il Premio Montale per la poesia inedita. Ha pubblicato diverse raccolte di poesia ed è presente nelle più importanti riviste e antologie italiane. Tradotto in varie lingue. È anche l’autore di una fortunatissima biografia narrativa dedicata al suo grande amico d’infanzia Andrea Pazienza (Il giovane Pazienza). Uno dei pochi punti di riferimento culturali, per generosità, impegno e professionalità, della nostra città.

(alla memoria) Andrea PAZIENZA è da annoverare tra i fumettisti italiani più talentuosi di sempre. Ha esordito nel 1977, a soli 21 anni, con “Le straordinarie avventure di pentotal”, in cui mostra le contraddizioni della sua generazione sullo sfondo di una Bologna in piena agitazione studentesca. Nel 1980 fonda il mensile Frigidaire, sulle cui pagine dà vita a Zanardi, quasi un suo alter ego. È autore di scenografie teatrali, fumetti, copertine di dischi, calendari, spot e tanto altro ancora. Muore nel 1988, a soli 32 anni.
Nel 2014 sono stati premiati:
DESIO CRISTALLI addetto stampa del Comune di San Severo per quasi 30 anni, ha sempre lavorato per promuovere il nostro territorio facendo molto più di quanto richiesto dal suo incarico istituzionale. Anche grazie al suo contributo San Severo ha assistito alla nascita delle testate giornalistiche locali.
(alla memoria) ALDO CARELLA, Direttore storico del V circolo didattico di San Severo, amava la sua scuola, ma soprattutto amava i suoi scolari, specie quelli che, molto spesso, la società poneva ai margini.
Si é sempre prodigato per i più deboli e bisognosi (e lo faceva in silenzio, nonostante il suo vocione!); ha sempre operato per il bene, per trasmettere quei valori, in cui egli credeva fortemente,quali l’altruismo, la prodigalità, l’amore per il prossimo, la fede, la cultura.
Nel 2013 sono stati premiati:
PASQUALE CORSI è nato a San Severo, dove ha frequentato il locale Liceo Classico, è Professore Ordinario di Storia Medievale e Storia Bizantina presso l’Università di BARI e ha tenuto corsi nella neonata Università di Foggia. Nella sua lunga carriera accademica ha pubblicato volumi di rilevanza nazionale sul periodo medievale della nostra regione e dell’Italia meridionale. Ha compiuto accurate ricerche sulla storia medievale di San Severo, di cui è il più accreditato studioso.
(alla memoria) DINO LA PIETRA nato a San Severo, ha dedicato la sua breve vita alla professione svolta con passione e dedizione fino alla nomina di Direttore Sanitario presso l’Istituto Oncologico Europeo. Ha sempre offerto, a quanti, e con particolare sensibilità ai sanseveresi, sofferenti si recavano a Milano per le cure della malattia del secolo, conforto, preparando e indicando le vie più idonee e dando accoglienza e amore ai sofferenti lontani dalle proprie famiglie e che in Lui vedevano un faro nel buio della loro malattia.
Nel 2012 sono stati premiati:
(Alla memoria) MATTEO GERMANO, nato a San Severo, è stato insegnante elementare e scultore (fu allievo di Luigi Schingo). Mirabili le sue ritrattistiche di bronzo (vedi i busti di Carlo Maria Torelli, Umberto Fraccacreta, Giuseppe Verdi, padre Matteo da Agnone, Pasquale Iantoschi, Nino Casiglio, don Aldo Prato ed altri). Sue le eccellenti statue a grandezza naturale di don Felice Canelli e San Pio. Suoi lavori sono presenti in collezioni private in Australia, Stati Uniti e Germania, nonché presso la Biblioteca comunale e il Palazzo di Città di San Severo e la Biblioteca provinciale di Foggia. Sua è la statua del contadino, simbolo delle nostre radici.
Nel 2011 sono stati premiati:
MARIA TERESA SAVINO, apprezzata poetessa, vincitrice di diversi premi letterari a livello nazionale, delegata per la Puglia del Gruppo di Lettura e presidente de “Lo Scrigno”, associazione culturale sanseverese, alla quale ha prestato talento e dedicato energie e risorse permettendole di essere da quasi 30 anni un punto di riferimento della cultura cittadina e sicuro riparo per gli artisti.
(alla memoria) MAFALDA D’ERRICO, simbolo dei valori di accoglienza e carità, fondamentali per il genere umano in generale e la comunità cristiana in particolare, è stata fautrice della prima mensa Caritas a San Severo. Seguendo il vero senso di solidarietà umana, aprì le porte della sua stessa casa per questa “impresa” accogliendo giovani provenienti da diverse parti del mondo, senza fermarsi davanti alle differenze o alle difficoltà.
(alla memoria) VITO NACCI, sanseverese non di nascita ma d’adozione, fu fondatore de “Il Corriere di San Severo” e di TeleRadioSanSevero. Punto di riferimento dell’informazione della Città di San Severo, dell’Alto Tavoliere ed anche oltre, portando la nostra Città ad essere il “faro” di queste realtà, è stato apripista dell’informazione cittadina: la sua è stata una vera e propria “fucina” di talenti per il giornalismo locale.
Nel 2010 sono stati premiati:
CIRO PISTILLO “per il fondamentale apporto fornito al percorso di costruzione dell’identità storico- linguistica della nostra Città, attraverso lo studio del vernacolo, la raccolta dei proverbi, il recupero di antiche ricette e la prolifica scrittura per il teatro; per la sua capacità di “fotografare” con ironia ed estrema serietà di studioso, la nostra storia, i nostri costumi, il nostro essere”
ATTILIO LETTERA “per il fondamentale apporto fornito al percorso di costruzione dell’identità storico- linguistica della nostra Città, attraverso lo studio del vernacolo, e per averci donato un vero e proprio inno cittadino divenuto “Canto popolare della Città di San Severo” con deliberazione unanime del Consiglio Comunale in data 27 settembre 2007”
(alla memoria) PASQUALE IANTOSCHI, “Sindaco dal 1962 al 1969. Scomparso, prematuramente all’età di 50 anni, ma ancora vivo nel ricordo della cittadinanza tutta che lo ha omaggiato intitolando a Lui una strada ed erigendo un Suo busto, opera artistica del compianto maestro Germano, e che ancora oggi lo ringrazia per il tanto impegno profuso per la Città ed, in particolare, per aver fatto avere a San Severo la prima d.o.c. pugliese”.
Nel 2009 sono stati premiati:
PAOLO BREBER “per aver dimostrato amore e passione per una Terra non sua d’origine ma che lo ha “adottato” con impeto fraterno, e per l’impegno atto a riportare in vita razze autoctone della nostra Capitanata, volano di promozione territoriale e sostegno ad un processo d’identità culturale”.
ROBERTO M. PASQUANDREA “per la dedizione e la passione che sempre hanno contraddistinto la personale opera di ricerca archeologica, storica e religiosa, i cui risultati hanno arricchito biblioteche e musei cittadini, e per l’onore reso alla Città portando all’attenzione internazionale il fondo musicale benedettino”.
VITTORIO RUSSI “per gli innumerevoli studi sul territorio, per il contributo dato alla scoperta dei resti archeologici della nostra Capitanata e per il tributo reso con i suoi libri che tanto hanno contributo alla formazione dell’identità storica della Città”.

 

 

 

Edizione 2016

Regolamento

Concorso d’Idee

Edizione 2009

Edizione 2010

Edizione 2011

Edizione 2012

Edizione 2013

Edizione 2014

Edizione 2015

Agenda Annuario 2016

bozza copertina 2016 jpg

 

 

 

 

Terzo Concorso nazionale Artistico Poetico “TerraMia”
2016
“Il dialogo”
* Esiti *

Area Poetica

Su oltre cento poesie arrivateci anche quest’anno ne ho selezionate solo dodici, idealmente una per ogni mese dell’anno. Il concorso non prevede vincitori, ma solo selezionati. Per cui tutti i selezionati diventano, in effetti, vincitori di questa edizione. A nostro modo diciamo che la nostra società ha bisogno di comunità e non di individualismi.

Il tema del dialogo è stato affrontato sotto diverse sfaccettature, dal rapporto amoroso, al rapporto con la natura, ma soprattutto, anche grazie ai fatti tragici che stanno caratterizzando il nostro tempo, dal confronto etnico a quello religioso.

I criteri di selezione hanno cercato di rappresentare tutte le declinazioni affrontate dagli autori.
http://www.ray-baneyewear2015.com
La comunità poetica (rigorosamente in ordine alfabetico) è la seguente:

Sbreghi di casolari, di Claudio Bedocchi (Reggio Emilia)
Epifania dei fratelli, di Francesco Bia (Gioia del Colle)
Canta l’uccellino, di Giorgio Bonacini (Correggio)
Spesso hai parole come pietre, di Miriam Bruni (Borgo Panigale)
Radici, di Annagrazia Cavani (Argentina)
Non conta ciò che hai sconfitto ma chi hai protetto, di Paola De Benedictis (Trani)
Il cercatore di pace, di Matteo Iammarrone (Bologna)
L’amicizia è poesia, di Gianni Mazzeo (San Severo)
Apnea, di Mario Mucedola (San Severo)
Bastasse il vento sul ponte, di Antonio Munno (San Paolo di Civitate)
Amicizia, di Paolo Polvani (Barletta)
Chiunque tu sia, di Michele Toriaco (Torremaggiore)

 

Area Artistica

 

Tra le numeroso opere inviateci, l’opera “Finestra di dialogo” di Antonio Munno, ci è sembrata essere quella più universalmente dialogante.

L’opera di Munno, lo ricordiamo, sarà la copertina dell’AgendaAnnuario 2016.

 

Raffaele Niro

 

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

 

PREMESSA
“Comunicazione e misericordia, un incontro fecondo” è il tema scelto dal Papa per la 50ma Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, che si celebra nel 2016. Lo comunica la sala stampa vaticana.
La scelta del tema “Comunicazione e misericordia: un incontro fecondo”, osserva una nota del Pontificio consiglio per le comunicazioni sociali, è ovviamente collegata al Giubileo che il Papa ha convocato e intitolato alla misericordia.

“Il tema – osserva la nota – evidenzia che una buona comunicazione può aprire uno spazio per il dialogo, per la comprensione reciproca e la riconciliazione, permettendo che in tal modo fioriscano incontri umani fecondi. In un momento in cui la nostra attenzione è spesso rivolta alla natura polarizzata e giudicante di molti commenti sui social network, il tema vuole concentrarsi sul potere delle parole e dei gesti per superare le incomprensioni, per guarire le memorie, per costruire la pace e l’armonia”.

“Ancora una volta, Papa Francesco – prosegue il testo – aiuta a riscoprire che al cuore della comunicazione vi è soprattutto una profonda dimensione umana. Comunicazione che non è solo un’attuale o aggiornata tecnologia, ma una profonda relazione interpersonale”.
La Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, l’unica Giornata mondiale stabilita dal Concilio Vaticano II (“Inter Mirifica”, 1963), viene celebrata in molti paesi, su raccomandazione dei vescovi del mondo, la domenica che precede la Pentecoste (nel 2016 sarà l’8 maggio). Il Messaggio del Papa per la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali viene tradizionalmente pubblicato in occasione della ricorrenza di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti (24 gennaio).
Ricordiamo che la parola dialogo indica il confronto verbale che attraversa due o più persone come strumento per esprimere sentimenti diversi e discutere idee non necessariamente contrapposte.

FINALITA’
Prendendo spunto dalle parole di papa Francesco, la Fondazione TerraMia bandisce la Terza Edizione del concorso “TerraMia” il cui tema è, appunto, “il dialogo”, provando, attraverso la parola poetica, a tracciare un percorso che indichi lo stato del dialogo tra le culture di popoli diversi per religione, storia, economia e ci porti a riflettere su come la globalizzazione, le migrazioni e la manipolazione del concetto di identità religiosa interagiscono con questo processo, ed anche, allo stesso tempo, comprendere in quale modo, ad esempio, i social network, strumenti che hanno l’obiettivo di creare un dialogo tra le persone, lo stiano favorendo.

 

 

L’AgendaAnnuario della Fondazione TerraMia è un volume dalla raffinata veste grafica. Come l’anno scorso (l’agenda TerraMia esiste dal 2009) sarà una vera e propria pubblicazione alla quale sarà attribuito un codice ISBN, grazie alla collaborazione con le Edizioni Fortezza Bastiani del Rhymers’ Club. Il volume conterrà le poesie dei poeti selezionati, una ricca selezione di aforismi e proverbi, ricette di stagione e, nella sezione finale, utili informazioni e indirizzi dei partners della Fondazione TerraMia. Il prezzo di copertina sarà di 15,00 euro.

Per ordinare il volume (che sarà disponibile da fine dicembre 2015):
è possibile prenotare sin da ora il volume, inviando una e-mail all’indirizzo fondazioneterramia@gmail.com, specificando in oggetto “prenotazione AGENDA-ANNUARIO TERRAMIA 2016 | IL DIALOGO”. Nella e-mail di richiesta occorre specificare nome e cognome, numero di copie ordinate, indirizzo postale a cui far pervenire i libri.
SEGRETERIA DEL CONCORSO
Fondazione TerraMia
Via Salute, 10
71016 San Severo (FG)
www.fondazioneterramia.org
www.facebook.it/fond.terramia
fondazioneterramia@gmail.com
T. 0882/334886 | Cel. 342/1217775

IL VINO FA BENE…

il vino fa bene - logo

 

Inaugurazione dell’angolo “WINE PUB & FOOD” per la promozione della cultura del vino, protagonista eccellente del nostro territorio con accostamenti tra vini e cibo all’insegna della riscoperta dei prodotti tipici.
Il nuovo punto d’incontro per gli intenditori e gli amanti del buon vino e del buon cibo nasce da una collaborazione con l’Azienda Agricola sanseverese “Fattoria del Villaggio” che pratica agricoltura biodinamica, cioè non usa fitofarmaci e pesticidi per il massimo rispetto dell’ambiente, della terra e dei consumatori, e con l’ENOTECA NAZIONALE per il progetto “VINO e GIOVANI – ART DE VIVRE” tramite la pubblicazione “IL VINO. Impariamo a conoscerlo” realizzata con il contributo del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

Il punto d’incontro sarà aperto tutti i venerdì (non festivi) dalle ore 20.00.

L’INGRESSO E’ RISERVATO AI SOCI

ESSERE SOCIO CONVIENE SEMPRE DI PIU’

Accademia del lampascione | VIA CASSANO 22 – SAN SEVERO
INFO E PRENOTAZIONI | 368.7766862 oppure 342.1217775

Festa dell’Albero (e dell’olio nuovo)

festa dell'albero 2015 jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FESTA DELL’ALBERO
(e dell’olio nuovo)

DOMENICA 22 NOVEMBRE

della Fondazione TerraMia
in collaborazione di Fare Ambiente

 

ore 9.00
Passeggiata ecologica da San Severo
(parcheggio Conad)
alla Fattoria del Villaggio
passando da Masseria Torre dei Giunchi
– aeroporto militare degli angloamenricani
durante la seconda guerra mondiale –
PERCORSO FACILE, anche per bambini

ore 11.00
Benedizione della cappelletta
della MADONNA DELLA STRADA
e celebrazione della SS. Messa
del Sacerdote don Franco Manzari,
rettore della chiesa di Santa Lucia

ore 12.30
messa a dimora di alberi

ore 13.00
Pranzo con degustazione di assaggi
dell’olio nuovo. (è possibile, prenotando,
fare il pranzo sociale di solidarietà.
chi opta per il pranzo a sacco può usufruire
degli spazi pic nic messi a disposizione
gratuitamente dalla Fattoria del Villaggio).

ore 15.30
consegna certificati di adozione
degli alberi di ulivo

ore 16.00
Concerto di musica popolare
del cantore PASQUALE GUERRA
di Monte Sant’Angelo

ore 17.45
rientro a San Severo con autobus di linea

per prenotazioni: 368.7766862
www.fondazioneterramia.org

 

 

 

bando Concorso TerraMia 2016 – IL DIALOGO

Terzo Concorso nazionale Artistico Poetico “TerraMia”
2016
“Il dialogo”
Bando di partecipazione

PREMESSA
“Comunicazione e misericordia, un incontro fecondo” è il tema scelto dal Papa per la 50ma Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, che si celebra nel 2016. Lo comunica la sala stampa vaticana.
La scelta del tema “Comunicazione e misericordia: un incontro fecondo”, osserva una nota del Pontificio consiglio per le comunicazioni sociali, è ovviamente collegata al Giubileo che il Papa ha convocato e intitolato alla misericordia.
“Il tema – osserva la nota – evidenzia che una buona comunicazione può aprire uno spazio per il dialogo, per la comprensione reciproca e la riconciliazione, permettendo che in tal modo fioriscano incontri umani fecondi. In un momento in cui la nostra attenzione è spesso rivolta alla natura polarizzata e giudicante di molti commenti sui social network, il tema vuole concentrarsi sul potere delle parole e dei gesti per superare le incomprensioni, per guarire le memorie, per costruire la pace e l’armonia”.
“Ancora una volta, Papa Francesco – prosegue il testo – aiuta a riscoprire che al cuore della comunicazione vi è soprattutto una profonda dimensione umana. Comunicazione che non è solo un’attuale o aggiornata tecnologia, ma una profonda relazione interpersonale”.
La Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, l’unica Giornata mondiale stabilita dal Concilio Vaticano II (“Inter Mirifica”, 1963), viene celebrata in molti paesi, su raccomandazione dei vescovi del mondo, la domenica che precede la Pentecoste (nel 2016 sarà l’8 maggio). Il Messaggio del Papa per la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali viene tradizionalmente pubblicato in occasione della ricorrenza di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti (24 gennaio).
Ricordiamo che la parola dialogo (dal latino dial?gus, in greco antico ????????, derivato di ?????????? «conversare, discorrere» composto da dià, “attraverso” e logos, “discorso”) indica il confronto verbale che attraversa due o più persone come strumento per esprimere sentimenti diversi e discutere idee non necessariamente contrapposte.

FINALITA’
Prendendo spunto dalle parole di papa Francesco, la Fondazione TerraMia bandisce la Terza Edizione del concorso “TerraMia” il cui tema è, appunto, “il dialogo”, provando, attraverso la parola poetica, a tracciare un percorso che indichi lo stato del dialogo tra le culture di popoli diversi per religione, storia, economia e ci porti a riflettere su come la globalizzazione, le migrazioni e la manipolazione del concetto di identità religiosa interagiscono con questo processo, ed anche, allo stesso tempo, comprendere in quale modo, ad esempio, i social network, strumenti che hanno l’obiettivo di creare un dialogo tra le persone, lo stiano favorendo.

DESTINATARI
Il concorso sia per l’area poetica sia per l’aria artistica prevede la partecipazione libera senza limitazione di età.
Non è prevista alcuna quota di adesione.

LE TIPOLOGIE DEGLI ELABORATI
AREA ARTISTICA
Massimo un’opera per artista.
Sono ammesse le seguenti tecniche: Pittura, Scultura, Grafica, Fumetto, Fotografia.
AREA POETICA
Massimo 2 poesie inedite per poeta.
Ogni poesia può essere massimo di 28 versi ciascuna (comprese spaziature interne ai versi, titolo e nome autore).

MODALITA’ D’INVIO
AREA ARTISTICA
invio della foto o della scansione dell’opera, in formato JPEG
AREA POETICA
Invio dei testi, in un unico documento formato Word.
AREA ARTISTICA E ARIA POETICA
L’invio deve essere effettuato unicamente via mail all’indirizzo fondazioneterramia@gmail.com riportando come oggetto: “PARTECIPAZIONE AL CONCORSO DI POESIA TERRAMIA 2016”.
Nella mail di accompagnamento indicare i dati personali, indirizzo, breve notizia biografica e la seguente dichiarazione:
Dichiaro che gli elaborati qui proposti sono di mia produzione e sono inediti. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi della disciplina generale di tutela della privacy (L. n. 675/1996; D. Lgs. n. 196/2003).
Gli elaborati non conformi alla modalità sopra indicata, saranno esclusi.

TERMINE ULTIMO D’INVIO
Gli elaborati dovranno essere inviati entro e non oltre il 15 novembre 2015.

CURATORE
Anche questa terza edizione sarà curata dal poeta Raffaele Niro.
Raffaele Niro [San Severo, 1973]. Per la narrativa è coautore di Inchiostro di Puglia (Caracò, 2015, postfazione di Nicola Lagioia); I fuggiaschi (Stilo, 2013, prefazione di Franco Arminio); di Babel Hotel (Infinito, 2011, prefazione di Gian Antonio Stella) e di Rondini e ronde (Mangrovie, 2010, prefazione di Jean-Léonard Tuadi).
In poesia ha pubblicato Lingua di terra (prefazione di M.G. Calandrone, La Vita Felice, 2013); Carte d’identità (Sentieri Meridiani, 2011); Cartacanta (Di Salvo, 2009); Vuoti a rendere (Rhymers’ Club, 2006). Sue poesie sono tradotte in Austria, Cile, Messico, Nicaragua e Spagna.
È tra gli esponenti più interessanti della videopoesia in Italia e ideatore e direttore artistico del festival DauniaPoesia. Blog: raffaeleniro.eu.

SELEZIONI
Le selezioni saranno pubblicate sul sito www.daunia.org entro il 30 novembre 2015 e agli autori selezionati verrà inviata comunicazione personale.
AREA ARTISTICA
L’opera selezionata diventerà la copertina dell’Agenda Annuario 2016 della Fondazione TerraMia.
ARIA POETICA
Le poesie selezionate saranno pubblicate nell’Agenda Annuario 2016 della Fondazione TerraMia.

AGENDA ANNUARIO 2016
L’Agenda Annuario della Fondazione TerraMia è giunta alla sua ottava edizione. Da diversi anni è monotematica. L’edizione precedente era dedicata alla “luce”. Anche quest’anno verrà pubblicata in collaborazione con Fortezza Bastiani, il progetto editoriale dell’Associazione Culturale Rhymers’ Club, e sarà fornita di codice ISBN. L’Edizione 2016 sarà disponibile per la consegna, mediante prenotazione, con un contributo di 10 euro a copia più spese di spedizione anche per i vincitori del presente bando.

SEGRETERIA DEL CONCORSO
Fondazione TerraMia
Via Salute, 10
71016 San Severo (FG)
www.fondazioneterramia.org
www.facebook.it/fond.terramia
fondazioneterramia@gmail.com
T. 0882/334886 | Cel. 342/1217775

La partecipazione al Concorso implica la piena accettazione del presente Regolamento.

adotta un filare 2015

vigneti autoctoni
http://www.ray-baneyewear2015.com
 

Paesaggi unici e suggestivi, che si colorano differentemente con il ritmo delle stagioni, e poi gli aromi, i cibi, i vini, i profumi: tutto questo sono le terre DAUNE. Terre di grandi vini come il SAN SEVERO D.O.C. e il NERO DI TROIA. Spazi da percorrere lentamente, girovagando tra i filari di vigne e ambienti modellati dalla natura e dall’uomo, scoprendo zolla dopo zolla un territorio autentico, vero, affascinante. Luoghi in cui sopravvivono tradizioni legate alla cultura contadina, che ancora permeano le nostre esistenze, l’arte barocca delle nostre chiese e delle facciate dei palazzi storici che indicano la rete di strade che attraversano le campagne.
Paesaggi che solo i vostri occhi potranno rendere immortali.
Ed è in questi luoghi che Vi invitiamo a vivere un’esperienza unica ed emozionante con il progetto “adotta un filare”.
Come aderire (annata 2015)
Scarica il modulo qui sotto “Patto di adozione di un filare della Fattoria del Villaggio”, compila le parti evidenziate in giallo e spediscilo via posta elettronica all’indirizzo email fondazioneterramia@gmail.com.
Si possono “adottare” uno o più filari sia a nome proprio che a nome di terzi, facendo un dono gradito e sicuramente originale.
Dopo aver fatto il bonifico alla Fondazione TERRAMIA di San Severo (FG) si riceverà immediatamente un “ATTESTATO DI ADOZIONE” personalizzato per ogni filare adottato.
Coordinate per il Bonifico Bancario
Intestazione:
FONDAZIONE TERRAMIA
Via SALUTE, 10
71016 San Severo (FG)
BancoPosta
IBAN: IT86 Y076 0115 7000 0008 7272 332
Causale: Progetto adotta un filare
Il “Patto adozione” consta di:
• Scelta del/dei filar nella vigna preferita
• Nome e Cognome dell’adottante sul palo di testa del filare adottato
• Informazioni costanti sul filare adottato tramite newsletter personalizzata
• Possibilità di visitare il filare e di assistere alle lavorazioni, alla vendemmia ed alla vinificazione
• Ricevimento di 12 bottiglie da 0,75 litri di NERO DI TROIA di alta qualit?
• Etichetta personalizzata con nome e cognome dell’adottante, numero del filare e nome della vigna
• Possibilità di donazione del filare a terzi
http://www.oakleyeyewear2015.com
 

Per qualsiasi informazione
Per maggiori informazioni contattare il Presidente della Fondazione TERRAMIA Armando Niro al numero +39 368 7766862, oppure scrivici una email a fondazioneterramia@gmail.com.
http://www.oakleyeyewear2015.com
patto.adozione.filare.2015

Festa dell’amicizia

 

La Notte di San Giovanni
http://www.ray-baneyewear2015.com
 

Festa d’inizio anno sociale

a cura dell’Accademia del Lmpascione e del GAS La Famiglia

per chi resta a pranzo c’è un menù goloso dall’antipasto al dolce.

Durante la festa si metteranno le targhe di adozione alberi di Ulivo.

Ci saranno i giochi all’aperto per grandi e piccini.

Si potranno fare le visite guidate a tutte le novità della Fattoria.

Prenotazione consigliata per i giochi e per il pranzo.
http://www.airmaxrunningsneaker.com
Ai soci in regola il pranzo sarà offerto dall’Associazione, per gli altri il contributo è di 8 euro.

Ci saranno assaggi di vino e verrà praticata l’uvaterapia.

Vi aspettiamo!

Domenica 20 settembre.
ray ban aviators
Chiamateci al numero 368.7766862.

 

Notte di San Giovanni 2015

martedì 23 giugno, la NOTTE DI SAN GIOVANNI, una serata tra fuoco e tradizione, durante la quale sveleremo la storia di questa notte magica, i suoi perché naturali e culturali. Insieme raccoglieremo le erbe e concluderemo la serata tra piatti della tradizione, musica e “rinascita” presso la Fattoria del Villaggio a San Severo (S.S. 272 per San Marco in Lamis al km 6,00). Per info e prenotazioni: cell. 368.7766862 o 342.1217775.
http://www.airmaxrunningsneaker.com
 

La Notte di San Giovanni
air max 1

Torcinello da guinness 2015 | VIII Edizione

grafica torcinello da guinness JPG light
http://www.ray-baneyewear2015.com
 

TORCINELLO DA GUINNESS
VIII Edizione
31 maggio 2015

Domenica 31 maggio presso la Fattoria Multifunzionale “Fattoria del Villaggio”, in contrada Radicosa a San Severo (S.S. 272 San Severo/San Marco in Lamis, km 6,00), l’Accademia del Lampascione, in collaborazione con la Fondazione TerraMia, ha organizzato la VIII Edizione del Torcinello da Guinness. Anche per questa edizione è stato battuto il record precedente che era di 28,38 metri, arrivando ad una misura di 30,20 cm per un peso complessivo di circa 65 kg.
Un altro elemento d’orgoglio è che il torcinello record 2015 è stato interamente preparato dalle maestranze interne all’Accademia del Lampascione.
Il record è stato notificato dal Presidente della Fondazione TerraMia, Armando Niro, e sono state avviate le pratiche per inserire ufficialmente questo record nel Guinness dei Primati.
http://www.oakleyeyewear2015.com
Un altro importante tassello incastonato nelle mille attività dell’intraprendente Accademia del Lampascione. …. che sta già lavorando al prossimo appuntamento in programma per il prossimo martedì 23 giugno, la NOTTE DI SAN GIOVANNI, una serata tra fuoco e tradizione, durante la quale sveleremo la storia di questa notte magica, i suoi perché naturali e culturali. Insieme raccoglieremo le erbe e concluderemo la serata tra piatti della tradizione, musica e “rinascita”. Per info e prenotazioni: cell. 368.7766862 o 342.1217775.
http://www.ray-baneyewear2015.com

Premiazione Premio Tiberio Solis 2015

Premiazione Premio “Tiberio Solis” ed. 2015
Il 20 maggio scorso, presso l’Auditorium dell’Istituto Comprensivo Pestalozzi di San Severo, ha avuto luogo la premiazione della VII edizione del Premio “Tiberio Solis”.
Il premio, che vanta il patrocinio del Comune di San Severo e della Provincia di Foggia, già medaglia della Presidenza della Repubblica per gli anni 2011-2014, è stato consegnato, alla presenza dei mass media, di alcune scolaresche, di diverse realtà associative locali e di tanti convenuti, al dott. Enrico Fraccacreta.
Il premio è stato consegnato dalla dott.ssa E. Antonacci, direttrice del MAT e madrina del Premio Tiberio Solis da diversi anni. La motivazione recita: “Enrico FRACCACRETA, poeta e scrittore. Nel 1995 ha vinto il Premio Montale per la poesia inedita. Ha pubblicato diverse raccolte di poesia ed è presente nelle più importanti riviste e antologie italiane. Tradotto in varie lingue. È anche l’autore di una fortunatissima biografia narrativa dedicata al suo grande amico d’infanzia Andrea Pazienza (Il giovane Pazienza). Uno dei pochi punti di riferimento culturali, per generosità, impegno e professionalità, della nostra città”.

IMG_3495

Anche quest’anno è stato assegnato il riconoscimento “alla memoria” che è andato ad Andrea Pazienza, ed è stato ritirato dalla madre dell’artista scomparso prematuramente, sig.ra Giuliana Di Cretico. La motivazione recita: “Andrea PAZIENZA è da annoverare tra i fumettisti italiani più talentuosi di sempre. Ha esordito nel 1977, a soli 21 anni, con “Le straordinarie avventure di pentotal”, in cui mostra le contraddizioni della sua generazione sullo sfondo di una Bologna in piena agitazione studentesca. Nel 1980 fonda il mensile Frigidaire, sulle cui pagine dà vita a Zanardi, quasi un suo alter ego. È autore di scenografie teatrali, fumetti, copertine di dischi, calendari, spot e tanto altro ancora. Muore nel 1988, a soli 32 anni.
air max 95
IMG_3505

Ai premiati e a quanti erano presenti, sono andati i saluti e gli auguri del sindaco di San Severo e Presidente della Provincia di Foggia, avv. Francesco Miglio.
ray ban glasses frames
IMG_3454

La Fondazione Terra Mia ringrazia quanti hanno contribuito all’organizzazione del Premio Tiberio Solis e invita tutti a visitare il portale dedicato al Premio www.tiberiosolis.eu.
http://www.ray-baneyewear2015.com
base brochure 2015-1

VAI ALLA PAGINA PRINCIPALE DEL PREMIO

http://www.oakleyeyewear2015.com