A sample text widget

Etiam pulvinar consectetur dolor sed malesuada. Ut convallis euismod dolor nec pretium. Nunc ut tristique massa.

Nam sodales mi vitae dolor ullamcorper et vulputate enim accumsan. Morbi orci magna, tincidunt vitae molestie nec, molestie at mi. Nulla nulla lorem, suscipit in posuere in, interdum non magna.

Agenda Annuario 2016

bozza copertina 2016 jpg

 

 

 

 

Terzo Concorso nazionale Artistico Poetico “TerraMia”
2016
“Il dialogo”
* Esiti *

Area Poetica

Su oltre cento poesie arrivateci anche quest’anno ne ho selezionate solo dodici, idealmente una per ogni mese dell’anno. Il concorso non prevede vincitori, ma solo selezionati. Per cui tutti i selezionati diventano, in effetti, vincitori di questa edizione. A nostro modo diciamo che la nostra società ha bisogno di comunità e non di individualismi.

Il tema del dialogo è stato affrontato sotto diverse sfaccettature, dal rapporto amoroso, al rapporto con la natura, ma soprattutto, anche grazie ai fatti tragici che stanno caratterizzando il nostro tempo, dal confronto etnico a quello religioso.

I criteri di selezione hanno cercato di rappresentare tutte le declinazioni affrontate dagli autori.
http://www.ray-baneyewear2015.com
La comunità poetica (rigorosamente in ordine alfabetico) è la seguente:

Sbreghi di casolari, di Claudio Bedocchi (Reggio Emilia)
Epifania dei fratelli, di Francesco Bia (Gioia del Colle)
Canta l’uccellino, di Giorgio Bonacini (Correggio)
Spesso hai parole come pietre, di Miriam Bruni (Borgo Panigale)
Radici, di Annagrazia Cavani (Argentina)
Non conta ciò che hai sconfitto ma chi hai protetto, di Paola De Benedictis (Trani)
Il cercatore di pace, di Matteo Iammarrone (Bologna)
L’amicizia è poesia, di Gianni Mazzeo (San Severo)
Apnea, di Mario Mucedola (San Severo)
Bastasse il vento sul ponte, di Antonio Munno (San Paolo di Civitate)
Amicizia, di Paolo Polvani (Barletta)
Chiunque tu sia, di Michele Toriaco (Torremaggiore)

 

Area Artistica

 

Tra le numeroso opere inviateci, l’opera “Finestra di dialogo” di Antonio Munno, ci è sembrata essere quella più universalmente dialogante.

L’opera di Munno, lo ricordiamo, sarà la copertina dell’AgendaAnnuario 2016.

 

Raffaele Niro

 

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

 

PREMESSA
“Comunicazione e misericordia, un incontro fecondo” è il tema scelto dal Papa per la 50ma Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, che si celebra nel 2016. Lo comunica la sala stampa vaticana.
La scelta del tema “Comunicazione e misericordia: un incontro fecondo”, osserva una nota del Pontificio consiglio per le comunicazioni sociali, è ovviamente collegata al Giubileo che il Papa ha convocato e intitolato alla misericordia.

“Il tema – osserva la nota – evidenzia che una buona comunicazione può aprire uno spazio per il dialogo, per la comprensione reciproca e la riconciliazione, permettendo che in tal modo fioriscano incontri umani fecondi. In un momento in cui la nostra attenzione è spesso rivolta alla natura polarizzata e giudicante di molti commenti sui social network, il tema vuole concentrarsi sul potere delle parole e dei gesti per superare le incomprensioni, per guarire le memorie, per costruire la pace e l’armonia”.

“Ancora una volta, Papa Francesco – prosegue il testo – aiuta a riscoprire che al cuore della comunicazione vi è soprattutto una profonda dimensione umana. Comunicazione che non è solo un’attuale o aggiornata tecnologia, ma una profonda relazione interpersonale”.
La Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, l’unica Giornata mondiale stabilita dal Concilio Vaticano II (“Inter Mirifica”, 1963), viene celebrata in molti paesi, su raccomandazione dei vescovi del mondo, la domenica che precede la Pentecoste (nel 2016 sarà l’8 maggio). Il Messaggio del Papa per la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali viene tradizionalmente pubblicato in occasione della ricorrenza di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti (24 gennaio).
Ricordiamo che la parola dialogo indica il confronto verbale che attraversa due o più persone come strumento per esprimere sentimenti diversi e discutere idee non necessariamente contrapposte.

FINALITA’
Prendendo spunto dalle parole di papa Francesco, la Fondazione TerraMia bandisce la Terza Edizione del concorso “TerraMia” il cui tema è, appunto, “il dialogo”, provando, attraverso la parola poetica, a tracciare un percorso che indichi lo stato del dialogo tra le culture di popoli diversi per religione, storia, economia e ci porti a riflettere su come la globalizzazione, le migrazioni e la manipolazione del concetto di identità religiosa interagiscono con questo processo, ed anche, allo stesso tempo, comprendere in quale modo, ad esempio, i social network, strumenti che hanno l’obiettivo di creare un dialogo tra le persone, lo stiano favorendo.

 

 

L’AgendaAnnuario della Fondazione TerraMia è un volume dalla raffinata veste grafica. Come l’anno scorso (l’agenda TerraMia esiste dal 2009) sarà una vera e propria pubblicazione alla quale sarà attribuito un codice ISBN, grazie alla collaborazione con le Edizioni Fortezza Bastiani del Rhymers’ Club. Il volume conterrà le poesie dei poeti selezionati, una ricca selezione di aforismi e proverbi, ricette di stagione e, nella sezione finale, utili informazioni e indirizzi dei partners della Fondazione TerraMia. Il prezzo di copertina sarà di 15,00 euro.

Per ordinare il volume (che sarà disponibile da fine dicembre 2015):
è possibile prenotare sin da ora il volume, inviando una e-mail all’indirizzo fondazioneterramia@gmail.com, specificando in oggetto “prenotazione AGENDA-ANNUARIO TERRAMIA 2016 | IL DIALOGO”. Nella e-mail di richiesta occorre specificare nome e cognome, numero di copie ordinate, indirizzo postale a cui far pervenire i libri.
SEGRETERIA DEL CONCORSO
Fondazione TerraMia
Via Salute, 10
71016 San Severo (FG)
www.fondazioneterramia.org
www.facebook.it/fond.terramia
fondazioneterramia@gmail.com
T. 0882/334886 | Cel. 342/1217775

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>