900° anniversario della Charta Libertatis | Atto di iscrizione all’anagrafe della Storia della città di San Severo

 

 

900 anni - manifesto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Fondazione TerraMia, con il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Foggia, del Comune di San Severo e della Società di Storia Patria per la Puglia, con lo scopo di far nascere e potenziare “il senso di appartenenza ad un comune destino” della nostra Comunità, in vista del 900° anniversario di una data certa dell’iscrizione all’Anagrafe della Storia della nostra Città, il 23 aprile 1116, emanazione della CHARTA LIBERTATIS (editto dell’abate Adenulfo dell’abbazia di San Pietro Terrae Maioris, oggi Torremaggiore, per gli abitanti del castellum Sancti Severini, oggi San Severo), intende solennizzare tale ricorrenza con una serie di iniziative culturali che saranno calendarizzate lungo l’intero 2016.

A tale scopo, la Fondazione TerraMia ha costituito due comitati specifici, uno storico-scientifico affidandone la Presidenza al professor Pasquale Corsi, l’altro, meramente organizzativo, a cura della Presidenza della Fondazione TerraMia.

Sarà un Convegno Storico ad inaugurare le iniziative di questa straordinaria ricorrenza che si terrà giovedì 21 aprile, alle ore ore 18.00 presso la Biblioteca Comunale “A. Minuziano”. Il Convegno, che sarà moderato da Grazioso Piccaluga, sarà aperto dai saluti istituzionali del Sindaco di San Severo, avv. Francesco Miglio, e dall’Assessore alla Cultura del Comune di San Severo, dott.ssa Celeste Iacovino. Seguirà una breve introduzione di Armando Niro, Presidente della Fondazione TerraMia e si sostanzierà nell’intervento del prof. Pasquale Corsi, Presidente della Società di Storia Patria per la Puglia, dal titolo “Alle origini di San Severo: i 900 anni dell’editto dell’abate Adenulfo”. In conclusione gli interventi di Armando Perna e del prof. Francesco Giuliani.

Sabato 23 aprile alle ore 18.30, nel giorno preciso del 900° anniversario, sarà celebrata presso la chiesa di San Severino, luogo dove l’editto fu emanato, una Solenne Messa di Ringraziamento, con canto latino dell’inno Te Deum laudamus, da don Francesco De Vita. Per l’occasione la chiesa di San Severino avrà un addobbo floreale speciale curato dalla Ditta Ceci – Fiori della riviera.

È stata scelta come immagine simbolo dell’anniversario il famoso rosone della chiesa di San Severino rappresentato pittoricamente dall’artista Amalia Testa.

Nel corso di tutto il 2016 continueranno le iniziative culturali. Si anticipa che all’interno del programma della festa patronale di maggio, nello specifico per sabato 14 maggio, ci sarà un corteo ed una ricostruzione storica che saranno realizzati grazie alla fondamentale collaborazione dell’associazione “Ciak Sipario!”, guidati dall’attrice Tonia D’Angelo, e dal Centro Culturale “don Tommaso Leccisotti” di Torremaggiore (gli organizzatori del corteo storico federiciano di Torremaggiore).

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *